I social al tempo del Coronavirus

I social al Tempo del corona Virus

I social al tempo del Coronavirus

Avevamo organizzato, studiato e programmato il nostro piano editoriale e da esperti avevamo anche pianificato vari soluzioni  in caso di emergenze che potevano compromettere il tranquillo svolgimento delle nostre attività. Sicuramente il piano B architettato era ideato per piccoli problemi ma non avremmo mai pensato ad una pandemia.

Molte aziende hanno cambiato rotta, infatti sui social si respira un’aria diversa. Cosa può fare pero’ un hotel che offre relax, divertimento e pace ai suoi clienti quando sono in vacanza? Cosa può fare chi ha chiuso la sua attività per il coronavirus? Come possiamo essere utili sui social?

Il ruolo dei social ora cambia drasticamente e anche le nostre attività devono cambiare di conseguenza.

La prima regola è ovviamente quella di non abbandonare i propri social. Controllando un pò di pagine di ristoranti, hotel etc ho notato che molti hanno condiviso post con ordinanze di chiusura e poi sono spariti nel nulla, cosa sbagliatissima! La gente, mai come adesso, è sempre attaccata a smartphone e pc e la vostra assenza li allontanerà ancora di più dalle vostre realtà. I social oltre il sito sono le uniche cose che al momento ci permettono di avere un dialogo con il mondo.

Appurato il fatto di non dover sparire e di mantenere vive le vostre pagine e profili cominciamo a capire cosa fare.

Sicuramente il primo step è quello di non evitare il problema. Non possiamo evitare l’ostacolo facendo finta di niente ma dobbiamo superare il problema  parlando con le persone che ci seguono. I nostri fan sono persone come noi e vogliono condividere le loro ansie. Proprio per questo motivo dobbiamo almeno con poche righe essere “vicini” ai nostri clienti, senza aumentare la loro ansia, ma cercando di trasmettere il nostro conforto e rassicurarli con la nostra presenza.

Quindi ora che abbiamo rassicurato le persone che ci seguono sui social cosa possiamo fare?

Non sappiamo quanto durerà tutto questo e non sappiamo se effettivamente potremo accogliere clienti nelle nostre strutture, ristoranti o attività varie tra poco tempo. L’unica cosa che possiamo fare per gli altri è accendere la loro speranza solleticando la loro fantasia e i loro sogni. 

Dobbiamo approfittare del momento di stallo che ci costringe in casa per creare relazioni più forti con le persone e movimentando il tutto facendo domande, richiedendo pareri e facendo compagnia nel limite del possibile e senza mai essere eccessivi.

Dobbiamo essere in grado di riscaldare i cuori delle persone creando post intelligenti e significativi e non condividendo immagini e frasi senza senso, perchè questo periodo ci richiede di essere profondi e sinceri.

Vediamo qualche esempio:

Se sei un hotel la tua pagina facebook oppure il profilo di instagram possono portare una ventata di spensieratezza e trasformare la sedentarietà in casa in un viaggio:

Immagini della città

 

Paesaggi incantevoli che offre il luogo in cui è situato l’hotel

 

Se invece il tuo business è nella ristorazione puoi coinvolgere i tuoi fan mostrando la tua bravura condividendo i tuoi piatti attraverso video ricette. Chiedi ai tuoi utenti quali piatti del tuo menu preferiscono e condividi le tue ricette con il popolo del web. Dove possibile proporre una vendita a domicilio.

 

Se invece ti occupi di bellezza, sei una parrucchiera o un’estetista condividi il tuo sapere, mostra la tua bravura, insegna piccoli trucchi. Cosa condividere se non la tua esperienza attraverso dei tutorial sul trucco, dei video su come fare la tinta a casa oppure sulla pulizia del viso, oppure un’acconciatura particolare.

 

 

Un personal trainer potrà creare delle video lezioni su come mantenersi in forma e magari creare un piano alimentare sano con gli alimenti che in questo periodo vengono acquista maggiormente, ad esempio gli alimenti a lunga conservazione.

 

La gente è costretta a trascorrere 24 h chiusa in casa e se sarete capaci di intrattenerli, di rendere la loro giornata migliore ve ne saranno grati e saranno potenziali clienti in un futuro. Ora non dobbiamo mollare, farci compagnia ed essere solidali. In questo momento cosi particolare nel nostro piccolo dobbiamo essere utili a noi e soprattutto agli altri.

 

 

 

 

 

 

 

Tag:

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares